Grappling

La lotta è iniziata!

Il Grappling è uno stile di lotta che si svolge in piedi e a terra finalizzato alla sottomissione dell'avversario senza l'utilizzo delle percussioni. La sottomissione (in inglese submission), che può essere uno strangolamento, una leva ad un'articolazione o una presa dolorosa, è la tecnica che costringe l'avversario ad arrendersi ossia ad ammettere attraverso un segnale verbale o fisico (battere con la mano o con il piede sul corpo dell’avversario o sul tappeto) che non può liberarsi dalla presa senza ferirsi e riconoscendo in questo modo la sconfitta. Oltre che con una sottomissione è possibile vincere un combattimento guadagnando più punti tecnici. Si ottengono punti tecnici nella lotta in piedi portando a terra l’avversario e nella lotta a terra conquistando una posizione di dominio o ribaltando l’avversario.

Il Grappling è stato creato unendo gli stili di lotta che si sono dimostrati più efficaci negli incontri di Mixed Martial Arts che sono la Lotta libera (la migliore disciplina per la lotta in piedi e per portare a terra l'avversario) e le discipline specializzate nella lotta a terra (brazilian jiu-jitsu No-Gi, luta livre brasiliana e catch wrestling).

In Italia il Grappling è uno sport riconosciuto dal CONI e di competenza della FIJLKAM (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali), federazione nazionale riconosciuta dal CONI, che ne ha delegato la gestione alla FIGMMA (Federazione Italiana Grappling Mixed Martial Arts).

Il grande successo che hanno i campioni di Grappling nei vari circuiti di MMA professionistiche in tutto il mondo sta inoltre contribuendo notevolmente alla diffusione del Grappling in tutto il mondo.Il Grappling, per la sua peculiarità di permettere di difendere se stessi e altre persone controllando e rendendo impotente l'aggressore senza provocargli danni fisici seri, è sempre più utilizzato nelle Forze Armate e nelle Forze di Polizia di tutto il mondo e per la difesa personale.